Il basso Adriatico

Un mare spurio, veneziano, orientale. Acque agitate e crocevia di uomini di navi, di clandestini e di sigarette, di turisti e di vite a metà strada. Puglia, Italia, Epiro, Grecia. Europa che si calamita e che si mescola senza sosta. Come aggiungersi a questa buridda?

I traghetti tra Italia e Grecia

La traversata è sempre piuttosto lunga e le ore di navigazione sono molto differenti a seconda che ci si imbarchi da nord a sud, e si passa dalle circa 12 ore di Bari e Brindisi sino alle 33 ore necessarie per coprire l’intera traversata da Venezia a Patrasso.
I porti di partenza dall´Italia sono 6, un buon numero.
Trieste, Venezia, Ravenna, Ancona, Bari e Brindisi.
Da questi porti le frequenze per la Grecia sono sempre ampie, spesso plurigiornaliere. Le destinazioni di arrivo sono sempre le seguenti, senza eccezioni:
Igoumenitsa (prima fermata), Patrasso (capolinea, circa 6 ore di navigazione da Igoumenitsa) a volte Corfù e in piccola parte, e solo d’estate, Cefalonia e Zante.
Raggiungere la Grecia in nave dall’Italia è quindi più conveniente per chiunque abiti o si trovi più vicino all’Adriatico. Romagnoli, marchigiani, emiliani, ma anche amici romani e napoletani, avete vita facile rispetto a noi del NordOvest!

Cliccando sul banner qui sotto, prezzi, orari, e possibilità di prenotare il traghetto tra Italia e Grecia direttamente con noi.