Le palme creano l’identità

Forse il distretto di Creta in cui gli effetti del turismo di massa si son fatti meno sentire, quello orientale è una zona dell’isola più d’elite, che ha nelle città di Agios Nikolaos e Ierapetra i suoi centri più importanti.
Tra i fatti distintivi dell’isola, tutti sanno che oltre a essere culla della civiltà Minoica, Creta ospita l’unica foresta naturale di palme di tutta Europa, Vai, che si trova prorio qui, nel distretto di Lassithi.

Vai creta
La spiaggia di Vai

Sitia e Ierapetra

Sicuramente più tranquilla e meno pittoresca che Agios Nikolaos, Sitia oltre a essere un porto dotato di buoni collegamenti sia con Atene che con Rodi e Karpathos è una località di successo tra i greci. Palazzi moderni un pò fatiscenti, e antichi palazzi veneziani fanno da teatro a una moltitudine di ristoranti, gelaterie, caffè, tutto molto gradevole.

Sitia è la base per la fantastica foresta di palme di Vai, (1 ora di bus di distanza) e la sua relativa spiaggia, che è bellissima oltre che unica, ma sempre decisamente affollata. Meglio passare di qui il mattino presto o il tardo pomeriggio.

Sithia Creta
Il lungomare di Sitia

Ierapetra è la città più a sud d’Europa. Eppure pochissimi la conoscono, e i turisti sembrano ignorarla, lasciandola al suo presente di città che vive più di agricoltura. ierapetra è il vero contraltare di Agios Nikolaos.
A me piace moltissimo, forse per il suo essere così remoto e non convenzionale, e del tutto genuina.
Ci sono due belle spiagge vicino al porto, sabbia grigia a grana grossa, sempre popolata.
Il quartiere vecchio, un labirinto di viuzze bruciate dal sole, una fortezza veneziana e una popolazione locale sempre fuori, che riempie i locali ogni giorno della settimana, rendono una visita a Ierapetra davvero una boccata d’aria fresca.
I collegamenti sono buoni: 2 ore e mezza di bus da Heraklion e 1 ora da Agios Nikolaos.

Come RAGGIUNGERE LA PARTE ORIENTALE DI CRETA

In aereo, Heraklion è l’aeroporto di riferimento. Poi qualche ora di pullman verso la località prescelta.
In nave, sempre Heraklion. Controllando attentamente le partenze dal Pireo, qualche corsa si spinge sino a Sitia, che è ottimo punto d’approdo per scoprire le bellezze della parte orientale di Creta.