Pserimos è più un atollo che un’isola vera e propria.

Pserimos è così piccola che nessuno ne parla, ben pochi sanno in realtà dove si trovi, e quasi nessuno ci vive tutto l’anno. Infatti gli eremiti sono solo uno scarso centinaio, ancora meno in inverno. L’ospitalità è comunque estrema, l’isola è un bel posto dove fermarsi la sera dopo il bagno e chiacchierare al bar se deciderai di pernottare in questo arido e roccioso lembo di Dodecaneso, a due passi da Kos.
La sera appunto, Pserimos magicamente svanisce nel nero, quando il silenzio avvolge tutto quanto, tranne lo sciabordio delle onde. Generalmente chi passa di qui lo fa in giornata, in cerca di una nuotata in acque clamorose provenendo da Kos o Kalymnos con qualche caicco. Ci si ferma a mangiare (benissimo!!) al molo alla taverna locale, un tot di nuotate, e via alle 16 del pomeriggio.
Gli avventurosi si dirigeranno verso lo spoglio entroterra e potranno fare la conoscenza di un notevole numero di capre e pecore, e fare un pò di spotting sulle spiagge più belle sottostanti.

 “La sera, Pserimos svanisce nel nero, e il silenzio avvolge tutto, tranne lo sciabordio delle onde”

Un pò di case in riva al mare

Il porticciolo si chiama Aulakia: il molo è direttamente sulla spiaggia, molto bella tra l’altro. Può diventare sovraffollata una volta presenti tutti i caicchi. Ovviamente Aulakia è il solo villaggio di Pserimos, che non ha neppure strade, ma solo qualche pick up posteggiato direttamente sul retro delle spiaggia.

Come arrivare

Pserimos è sotto la giurisdizione di Kalymnos. Per cui il collegamento più logico è quello che parte dal capoluogo Pothia, con un piccolo battello di linea. In alcune ore della giornata, questo prosegue anche per Kos, attenzione non per la città ma per il porticciolo secondario di Mastichari, a 10km  dal centro. I biglietti si acquistano solo in loco e la compagnia che copre la tratta è la locale ANE Kalymnou. Da Kos città partono molte e piccole imbarcazioni per turisti, che però non permettono viaggi di sola andata, non avendo la licenza di linea passeggeri, ma solo imbarcazione turistica.

Dove alloggiare

Volendo si può. È un’esperienza, anche ad Agosto inoltrato. Sopratutto per i più oziosi, e per quelli che amano la stessa spiaggia e diventare amici con gli abitanti!