Le Cicladi per noi…

Sono un pò magia, e un pò dannazione. Non è semplice nemmeno per chi ci vive accanto e ci lavora tutti i giorni raccontare le isole più famose e visitate della Grecia, soffermarsi su quello che piace, dimenticarne gli eccessi. Chi scrive ha il dovere della neutralità, ma come si fa, quando l’amore ti conduce dritto a focosi eccessi, come nella magica Sifnos? Come si fa ad essere indifferenti a queste Cicladi patinate, con porti da cartolina e perfette spiagge di sabbia per bambini?

L’amore è contrapposizione. Non esisterebbe senza punte di odio: sfido chiunque a confrontarsi con il turismo d’assalto, quello dei traghetti strapieni, del pesce surgelato e del caldo che non dà una tregua. A lunghi tratti insomma le Cicladi sono il meglio della Grecia, miseramente mischiato al peggio, ma cosa farci: dannata massa, per una dannata bellezza. Come ad esempio quella delle case bianche come neve, un pò come a Serifos, e della straordinaria Anafi.

E poi c’è il gioco di coppia: le Cicladi sono una vetrina dove conoscere, conoscersi e innamorarsi, sopratutto volersi, cercarsi. Una partita sottile di fama, fascino, attrazione. Ognuno a modo suo: le Cicladi per sbattere la testa sui decibel, sui bassi, a Mykonos e Ios, le Cicladi del più sofisticato flirtare di Paros oppure ancora quello di un’isola che conquista con occhi grandi e che puntano dritto all’anima: Amorgos.

L’amore è sempre in mezzo, è il protagonista e il motore dell’ essere in Grecia. Sono isole che mezzo mondo sceglie per sposarsi, come a Santorini o Milos, la nostra più cara.

Come a ogni matrimonio che si rispetti le Cicladi parlano, ballano, e hanno secoli di storia e di commercio, bazar e trattative che già fiorivano ai tempi della via della seta. Sarà una giocosa smania di commercio passeggiare nei grandi centri urbani di Naxos  o Ermoupolis a Syros. Al turista non fregherà magari nulla di far compere in mezzo ai greci ma a noi si, non tanto per comprare, ma giusto per scoprire, per confrontarsi, se davvero esiste ancora qualche briciolo di località in un grigio mondo ormai davvero globalizzato negli usi e costumi e prodotti sugli scaffali.

Ma le Cicladi per noi sono anche e sopratutto solitudine e silenzio, se c’è crisi la si supererà solo con un ritorno alla terra. E allora si scappa via nelle piccole campagne strappate al mare come Kythnos, Kea. Posti dove il pensiero si fa tagliente, dove progetti di una vita prendono forma. Perché la lentezza riconcilia il pensiero unitario, e si può provare a dimenticare il multitasking della ragione al tempo dei tablet. Contadino dal cervello fino, si diceva una volta…

Le Cicladi per noi sono isole di una luce abbagliante in estate, ma di un grigio malinconico, ventoso e che ti fa scappare in inverno, quando proviamo a telefonare e il telefono ti reindirizza al numero di Atene, isole sulle quali nessuno sa nemmeno come arrivare: pensa alla povera Thirassia.

Raccontare le isole Cicladi, oltre che un oscillare tra la magia del desiderio e la dannazione dell’ossessione, richiede quindi una stabilità visiva, una capacità di ricondurre tutto all’essenziale. Ci si riesce grazie ad Antiparos e Koufonissi.
Grecia Mia non ha religione ma apprezza lo straordinario potere aggregante e propulsivo del credere, e a proposito serve fare un giro a Tinos per capire tante cose.
Ma in fin dei conti è estate. È la stagione del sogno e della vacanza. Una vita tra le Cicladi che che te la godi solo in barca a vela, Keros, Polyegos, Kimolos.

Le isole Cicladi hanno un clima caldo di mare e di persone, anche ai fornelli, un pò come ad Andros, dove la cucina scioglie le ultime remore, e con le gambe sotto il tavolo è ormai chiaro che la magia non è differente dalla dannazione, quando ti innamori di un’isola e le vorresti vedere tutte, ma hai già il biglietto di ritorno in tasca.

Dato che le navi percorrono sempre rotte prestabilite, non è sempre possibile spostasi con facilità tra un’isola e l’altra. Noi consigliamo sempre di pianificare vacanze scegliendo isole che si trovino lungo tre linee immaginarie, lasciando quelle negli altri gruppi per la vacanza successiva.

La linea ovest

  • Jacopo

    Ciao, innanzitutto complimenti per il vostro sito. Vorrei chiedere un consiglio. A luglio ho intenzione di fare un giro per le Cicladi con la mia ragazza, dopo due giorni ad Atene, ho un budget di 6-7 giorni da spendere per le isole. La mia intenzione sarebbe quella di abbinare un’isola un po’ più “selvaggia”, ad una un po’ più “turistica-movimentata”, non che sia un amante di discoteche e vita notturna ma per curiosità e variare i toni della vacanza. Considerando che arrivo da Atene e che l’ultima tappa dev’essere o Santorini o Mykonos per tornare diretto a Milano, le due alternative che mi ero fatto sono queste:
    – 1: IOS 2 giorni- FOLEGANDROS 3 giorni – SANTORINI 2 giorni
    – 2: SANTORINI 2 giorni – AMORGOS 3 giorni – MYKONOS 2 giorni

    Spassionatamente cosa mi consigliereste? Conviene forse eliminare una tappa per stare più giorni sulla stessa isola e godersela di più poichè magari in due giorni non si fa nemmeno in tempo ad ambientarsi? In questo caso cosa suggerireste?

    Grazie.

    Jacopo

  • Ciao Jacopo, in 6/7 giorni meglio fare solo due isole, che nel tuo caso potrebbero essere Ios e Amorgos, magari appoggiando una notte a Santorini per collegarti all’aero..

  • Jacopo

    Grazie. Tra Amorgos o Folegandros, che mi sembra più vicino, cosa consigliate? Quindi secondo voi se faccio un paio di giorni a Ios, tre a Amorgos/Folegandros, e poi mi sposto a Santorini per l’aerero, ci può stare? Come spostamenti non mi sembrano eccessivamente impegnativi. O Ios da sola meriterebbe di più per cui vado diretto a Santorini e mi godo un paio di giorni lì?
    Grazie.

  • Jacopo

    altrimenti potrei optare per Schinoussa (leggendo la vostra descrizione mi ha impressionato) se i collegamenti da Atene e poi per Ios sono buoni. Quindi fare Schinoussa-Ios-Santorini, cosa dite?

  • Ciao Jacopo, scrivici volentieri una mail! booking @ greciamia. it
    A presto

  • sergio

    Ciao e complimenti per il sito e per il vosto lavoro. L’ho scoperto da poco e mi sembra davvero fatto bene e molto utile! Vi chiedo subito un consiglio: siamo una coppia, vorremmo andare alle isole cicladi, perchè ne siamo rimasti affascinati un pò di tempo fa. Siamo stati tanti anni fa Mykonos, e più recentemente a Naxos.
    Ora siamo alla ricerca di un’altra isola tranquilla, belle spiaggette, chora carina da poter visitare con tavernette tipiche… CI piacerebbe alloggiare in qualche studios/camera con vista romantica sul mare (tipo quelle di Santorini sulla caldera tanto per capirci…)
    periodo 12-22Luglio (modificabile di qualche giorno)
    Ecco, idee un pò generiche e vaghe 🙂 ma spero riusciate a darci qualche bel consiglio.
    GRazie in anticipo

  • Ciao Sergio, grazie per i complimenti!
    ci fanno molto piacere! Penso che Tinos sia ideale per voi! Potrebbe interessarvi?

  • sergio

    ok, grazie. Abbiamo guardo un po di info su TInos, ma forse qualcosa non ci convince al 100%. In ogni caso potete farci qualche proposta sull’alloggio? non ne ho trovati sul sito.
    Invece amorgos,folegandros o forse paros ci stanno attirando…non so se per merito delle foto o altro. Magari potremmo abbinare due isole se facciamo 10-12giorni. Avete delle soluzioni studios come descrivevo prima? (vista panoramica sul mare)

    Grazie ancora

  • sergio

    ops…chiedo venia. Ho torvato le proposte per tinos…

  • Viviana

    Ciao a tutti,
    siamo Viviana e Andrea e, l’ultima settimana di Agosto, vorremmo trascorrere 7-10 giorni nelle isole Cicladi, ma siamo aperti anche a considerare altre isole greche dalla natura marina incontaminata e dal fascino irresistibile. Vorremmo spostarci in traghetto e pensavamo di arrivare e partire da Mykonos/Santorini, anche se poi preferiremmo andare su isole meno turistiche e caotiche, dove si possa vivere autenticamente la vera Grecia.

    Abbiamo un budget limitato e non consideriamo il lusso delle tante stelle, ma stiamo cercando posti per pernottare puliti e graziosi, ma economici.

    Potete darci suggerimenti su quali isole scegliere e sui collegamenti con i traghetti (sono frequenti/poco frequenti …).

    Accogliamo qualsiasi suggerimento ed opinione utile.

    Grazie, buon vento e buon viaggio a tutti.

    Viviana e Andrea

  • Simona Scali

    ciao, siamo una famiglia di Montevarchi provincia di Arezzo, composta da 2 adulti e 2 bambini di 10e 7 anni. vorremmo andare in grecia dal 2/7 al 16/7 prossimi. Avremmo scelto paros abbinandoci 1 o più isole più piccole vicine. siamo amanti delle spiagge non troppo attrezzate e della vita tranquilla. Potete aiutarci? grazie, simona e michele

  • Cristina Barillari

    Andros, Tinos, Syros, Kea o Kithnos?? Dobbiamo sceglierne due e siamo indecisi! Help!!!

  • Buongiorno Cristina,
    Grazie mille per averci scritto!
    Ti abbiamo risposto via e-mail
    Un saluto
    Elena

  • Vittoria Daghetto

    ciao, ho bisogno di un vostro prezioso aiuto…per Folegandros! avete qualche struttura da consigliarmi? Grazie!!!

  • Ciao Vittoria!
    Per quali date? 🙂

  • Vittoria Daghetto

    certo, scusate. dal 30 luglio al 7 agosto oppure se avete disponibilita per antiparos, koufunissi o amorgos potrebbe andr bene lo stesso. grazie ancora!

  • Buongiorno Vittoria,
    Solo ad Amorgos! Riesci a scriverci una mail a booking @ greciamia.it dove ti potremo fare avere tutti i dettagli?

  • laura borghi

    Ciao ragazzi….ho scoperto per caso il vostro sito e.ne sono entusiasta…complimenti vivissimi
    Anni fa ho fatto un bellissimo viaggio ad Angistri com mio marito e mio figlio,,,
    Quest anno vorrei arrivare ad Atene in Aereo da Milanoe…dal Pireo imbarcarmi per un’esperienza che …sia bella in ogni senso,siamo in 4,mio marito,mio figlio di 17 anni e una piccola di 4 anni
    Vorrei un’idea per un posto carino, non troppo lontano dal Pireo ed economico,arriveremmo il 23/08 e partiremmo il5 o il6 di settembre.
    Mi potete aiutare
    Grazie di cuore, complimenti vivissimi
    Laura

  • claudia gennari

    Ciao! Ho bisogno di un vs consiglio: vorrei organizzare una vacanza con mio marito a dal 9 settembre in poi per 7 o 10 gg, Vorrei trovare un posto con spiagge e mare mozzafiato da abbinare al girare per assaporare la vita greca… vorrei trovare qualcosa dove ancora non ci sia il turismo di massa e si viva ancora la grecia autentica… taverna sul mare… un posto dove poterci muovere con mezzo a noleggio. Ho letto tanto ma ora ho una grande confusione… Karpathos ? Folegandros? Milos ? Naxos?
    Grazie
    Claudia

  • Caterina D’Amico

    Ciao, complimenti per il sito. Sto organizzando un viaggio in Grecia a inizio settembre e vorrei chiedervi alcuni consigli sulla destinazione e sugli alloggi (siamo due adulti con un bambino piccolo). Come faccio a contattarvi per darvi i dettagli? Grazie. Caterina

  • Ciao Caterina,
    Ti abbiamo inviato una mail!
    Un saluto,
    Andrea

  • Claudia

    Ciao, ho bisogno di organizzare vacanza dal 16 settembre al 23 settembre partendo da Bologna. Karpathos? Paros o Naxos? oppure giro a Folegandros ? Il rischio è non riuscire a fare coincidere i traghetti perchè o si atterra a Mykonos o a Santorini.
    Vi chiedo un consiglio e disponibilità di eventuale alloggio
    grazie
    Claudia

  • Ciao Claudia,
    Ti abbiamo inviato una mail.
    Un saluto!
    Andrea

  • AndreaR

    Ciao, stiamo pensando di andare a Tinos a metà settembre, ci siete poi stati? Soddisfatti? Qualche consiglio? Grazie in anticipo. Andrea

  • Iuri Cornacchini

    Ciao, sto leggendo in maniera bucolica questo blog. Anno passato io e la mia ragazza siamo stati a cefalonia, quest’anno vorremmo fare un giro nelle cilcadi. Periodo ultima di agosto/prima di settembre, due settimane. Avevo puntato milos con possibilità di visitarne un’altra, magari koufonissi, ma siamo aperti ai consigli degli esperti che siamo una pagina bianca sulle cicladi. A noi piacerebbe una situazione non eccessivamente caotica e vivibile, come abbiamo trovato a cefalonia, con mare cristallino, ma quello credo sia una costante. Lascio la mia mail se volete aiutarci, grazie e buon anno!
    iuri.cornacchini@gmail.com

  • Pingback: Pasqua a Folegandros 2012()