Egina è assolutamente, integralmente ateniese.

Usi e costumi greci senza compromessi. E i pochi turisti ne approfittano!
Egina, o Aegina, è la più differente tra le isole del Golfo Argo Saronico essendo la più vicina alla terraferma, e la meno turistica. Vive di agricoltura, è famosa per il pistacchio e subisce molto meno l’invasione di villeggianti da fine settimana che è così tipico di questo arcipelago. Gli abitanti sono 10mila, il che aiuta a far capire che Egina può essere categorizzata più come un ennesimo quartiere della capitale che altro.
“Egina ha una buona nightlife e il lungomare del capoluogo è sempre affollato e pieno di ragazzi”

Da vedere

Nonostante ciò la storia ha avuto un grande peso ad Egina. La famosa battaglia di Salamina si è combattuta proprio qui e in giro per l’isola ci sono tante vestigia storiche. Come ad esempio il Tempio di Afaia.

In giro per l’isola

Egina ha una buona nightlife e il lungomare del capoluogo è sempre affollato e pieno di ragazzi. Un piacere sedersi qui e osservare il movimento, non mi stancherei mai. È bello osservare un luogo dove lo stile di vita greco sia padrone e mostra la via ai turisti che lo scelgono. Che sono pochi e veri intenditori.
Le spiagge non sono l’attrattiva principale di Egina, tuttavia ci si trova sempre dove fare il bagno in un mare pulito e invitante. Da non sottovalutare la località di Agia Marina, che ha la miglior spiaggia dell’isola, e i villaggi di pescatori di Persika e Souvala, carini per chi è in cerca di maggiore intimità rispetto alla dinamicità e voglia di vivere di Egina Città.