Una buona mangiata di pesce e un buon libro. Felicità.

Iraklia è la più grande per superficie delle Piccole Cicladi, senza dubbio quella meno “sociale” e la meno popolata tra le consorelle, quella più diversa da Koufonissi. Lo sviluppo non è ancora arrivato con prepotenza, i suoi 115 abitanti vivono di pesca e agricoltura. I professionisti del turismo sono davvero pochi e l’atmosfera che si respira è meditativa, e assolutamente scollegata dal ritmo dell’orologio, se non quando arriva lo Skopelitis. Che qui è religione.

Heraklia
La spiaggia di Agios Giorgios e lo Skopelitis che se ne va

Sgomberiamo perciò immediatamente il campo: Iraklia è isola dedicata a te che ami isolarti dal mondo, concederti una buona mangiata di pesce la sera, e rilassarti di giorno su belle spiagge in compagnia di un buon libro. Senza fretta.
In alta stagione la popolazione ovviamente aumenta, i metri quadri pro capite sulle spiage diminuiscono, ma la buona notizia è che tutti quelli che scelgono Iraklia hanno lo stesso bisogno e voglia di pace e tranquillità. Fatto questo, che garantisce che l’isola sia ancora una meta perfetta per famiglie, bambini e in generale per tutti gli amanti di una vita semplice, contadina e con pochi fronzoli.
Iraklia, infine, è molto famosa in zona per la qualità delle sue olive; molti isolani passano l’inverno ad allevare capretti per la sentitissima Pasqua Ortodossa.

Sommando, ecco un’isola che garantisce davvero vacanze di qualità, remota ma senza essere troppo isolata: Naxos è alla fin fine distante solamente 1 ora e mezzo di traghetto. Io credo che valga la pena sfidare le onde, e non lasciarsi tentare solo dalle sirene di Koufonissi. La veracità è qui e Iraklia è proprio quel posto giusto per argonauti alla ricerca dell’isola che non c’è. Per riposare e cercare l’essenza del Mediterraneo, per sentire la terra, i profumi e il calore umano.
©Testo: Andrea Pelizzatti ©Foto: Katerina Pouliaki

    • thomas peyretti

      Ciao, arrivo a Iraklia il 16/17 di agosto con la mia ragazza, so di essermi mosso tardi e che forse non troverò niente, ma starei cercando uno studio romantico (tipo tramonto davanti sul mare) con una camera da letto comoda e silenziosa, e un bagno. Fatemi sapere se sono un caso completamente disperato, grazie mille!

    • Ciao Thomas, purtroppo è tutto al completo nelle Piccole Cicladi per le vostre date, ci dispiace davvero tanto non potervi dare una mano in questo tassello di organizzazione della vacanza!

    • Julia Rubino

      Ciao!
      siamo un coppia che cerca la grecia autentica lontano dalle orde di turisti ma che non sia proprio morta morta o disabitata.
      Qualche taverna o un minimo di vita locale ci piace molto.
      Adoriamo gli scogli o le spiaggie di ciottoli e siamo stati attirati subito da Iraklea e Domoussa.
      Abbiamo già visto le ionie, Lefkada, Itaca (di cui ci siamo innamorati) e Kitira (Fantastica)
      Questa volta ci piacerebbe andare nelle cicladi dove mia moglie è stata negli anni 90 e quindi saremmo alla ricerca di quella atmosfera
      Potremmo partire dal 12 al 16 ma per tornare dobbiamo rientrare il 30 Agosto
      Come isole ci attirano molto Iraklea e Donoussa e per questo volevamo chiedervi qualche consiglio su come raggiungerle e dove poter pernottare in un itinerario che le tocchi ambedue oppure anche una sola delle due se ne vale la pena.
      Se avete altri consigli o destinazioni da consigliarci in base a quello che vi abbiamo raccontato siamo più che interessati ad ascoltare nuovi pareri!