Andros è ancora “underdog”:  natura da urlo e spiagge scintillanti, a due passi da Atene.
Non rimarrà sconosciuta a lungo.
Quasi dimenticata a est di Atene, lontana appena un fazzoletto di mare, Andros appare bellissima, come una benedizione e come una rivelazione. Un’isola come nessun’altra, tra le Cicladi. e un dono della natura, che a tratti commuove.
Scivola, dal ponte del traghetto, la sua parte nord. E la vedi disabitata e malinconica alla luce del tramonto, e nonostante le onde, si ascolta forte il silenzio, interrotto solo qualche puntino bianco che cattura la fantasia: colombaie, fattorie rustiche, qualche casa vacanza.

Chora Andros
Chora Andros

Andros cattura a sé il mare, e lo dispensa a pennellate generose

Andros era potente, un tempo. Tanto da diventare addirittura il secondo porto della Grecia dopo il Pireo. Isola di capitani, armatori, marinai, i greci partivano da qui in cerca di nuove vite in America. Erano gli anni ’20, che hanno lasciato in eredità splendidi palazzi e un’atmosfera sopita e lontana. Nessuno, allora, pensava che quasi un secolo dopo la gente sarebbe ritornata, alla ricerca di sensazioni perdute e con una voglia di vacanza più vivace che mai.

Andros Palaiopoli spiaggia
Palaiopoli

E allora Andros rivela al viaggiatore il suo tesoro di oggi, l’incredibile varietà della natura. Senza dimenticare la presenza di acqua e sorgenti in abbondanza, che, ne siamo sicuri, la renderà ricca anche quando l’era del turismo volgerà al termine.
Amerai perderti tra fontane in marmo, fiumiciattoli dove nuotano ingenue tartarughe, grotte e terrazze fiorite. Fichi d’india, e bouganvillee, valli rocciose e mare scintillante.
Mare che Andros cattura a sé, e che dispensa a pennellate generose, con panorami senza confini dai suoi vasti altipiani.

Andros Korthi baia
Andros Korthi baia

Come Posidonio con il suo tridente, Andros sembra aver voluto far suo il meglio della Grecia insulare. È come se arpionasse con questa fiocina Karpathos e le sue spiagge, le Sporadi e i suoi villaggi dalle tegole rosse, e Creta con i sui spazi, in un insieme armonico e delicato allo stesso tempo.
Il perché quest’isola sia pressoché sconosciuta al grande pubblico, è quindi un enorme punto di domanda.
Per coloro che vogliano andare controcorrente, o semplicemente vogliano sentirsi un pò greci, (loro si che amano viverla ogni fine settimana), Andros è l’alternativa per eccellenza.
© Testo: Andrea Pelizzatti © Testo: Katerina Pouliaki