Zante è una rockstar!

Fosse una cantante, Zante, o Zacinto, sarebbe Mick Jagger o Ozzy Osbourne. Una di quelle rockstar sulla bocca di tutti, smargiassa, esagerata, che vende milioni di dischi perché piace dannatamente e le cui canzoni sono ormai parte del patrimonio culturale collettivo. Così è Zante per la Grecia di oggi. Ha spiagge che finiscono su milioni di brochure, come quella del relitto, ha infiniti divertimenti, dal nuotare con le tartarughe, al perdere sonno e ragione nelle barstreet dove si svendono l’alcol e il sesso.  E allo stesso tempo è ancora un’isola incredibilmente tranquilla e sofisticata, lussuosa nelle ville e nei retreat, meditativa e malinconica come tutte le Ionie. Basta qualche km e cambia il volto e allora a Zante, davvero, sapere in anticipo quale zona scegliere per fare base della vacanza è un aspetto decisivo.

Zante o Zacinto
Xigia

L’isola è visitata da pochi collezionisti d’isole indipendenti, anche scoraggiati dalla posizione geografica che permette di arrivare via nave solo a Cefalonia, con orari non sempre facili da reperire, ed è anche ideale con il cane, perché i porti italiani sono dietro l’angolo e c’è traghetto diretto da Bari e Brindisi. La tanta sabbia delle spiagge farà felici i bambini e nel valutarne i pro e i contro, mettete sempre sul piatto della bilancia i grandi numeri che questa isola porta con sé. La massa è inevitabile quando si considera il fascino della sua natura e il gusto della buonissima cucina locale, e comunque non si farà troppo sentire fuori da Laganas. (A proposito, la festa è qui, e non ha intenzione di finire finché l’autunno non se la porti via.).

Ne più mai toccherò le sacre sponde

E poi c’è la storia. La vecchia Zacinto è un vecchio possedimento d’oltremare, legata alla nostra identità in particolare dal suo più illustre poeta, Foscolo. Che ne ha cantato i suoi panorami romantici e, struggente di nostalgia,  capito tristemente di non potervi fare più ritorno. Due cenni storici quindi aiutano a collocarla meglio nel contesto di un sentimento nazionale fluido, dove l’ellenismo è mescolato alla radice. Zante ha seguito per filo e per segno le vicende storiche dell’arcipelago a cui appartiene, è stata veneziana fino al 1797 per essere poi ceduta ai francesi, e successivamente agli inglesi fino al 1864. Proprio l’essere stata territorio britannico ha decisamente contribuito alla creazione della Zante di oggi, una roccaforte del turismo made in UK. Ma questo è un particolare secondario che non le impedisce di cantare anche per noi. Le rockstar (che qui suonerebbero cantades, le nostre vecchie, care, amate serenate) sanno toccare le corde giuste dell’anima!

Zante
La spiaggia di Gerakas (famosa per le tartarughe) è un must assoluto

partiamo alla conoscenza dell’isola: le spiagge

Poche isole in Grecia hanno avuto dalla natura in dono così tante, fantastiche, uniche spiagge come Zante. Non ci sentiamo nemmeno di catalogarle tutte, da quante, sono, però abbiamo avuto la voglia di selezionarne 19.  Per scoprire quali sono, basta trasferirsi qui: Zante spiagge più belle. E si scoprirà che a Zante non c’è solo la spiaggia del relitto, o quella delle tartarughe, di cui parlano tutti. C’è una marea di km di sabbia fine dove si può fare di tutto. Dallo scuba diving ad Agios Nikolaos, al ballare le nuove hit dell’estate a Banana Beach. Ci si può nascondere nella pittoresca baia di Porto Vromi oppure spaparanzarsi sul lettino a Tsilivi tra un gelato e un castello si sabbia. Si possono cercare ciottoli

Zante
Il relitto Smugglers Wreck

multicolore a Marathia oppure guardare le acque più cristalline del mondo dal bar appollaiato sulle rocce di Limnionas.

C’è qualcosa da vedere a zante?

Che domanda. Anche troppo. Una vacanza non basterà sicuramente per vedere tutto quello che c’è da vedere a Zante, meglio così perché io e Katerina crediamo vada sempre lasciato “qualcosa per la prossima volta”. Altrimenti non ci sarà mai la spinta giusta per tornare…
Zante è un’isola ricchissima di storia, la visita di chiese e musei riempirà velocemente il tempo per quando fa troppo caldo per fare le lucertole in spiaggia. Sulla strada della spiaggia di Navagio ci si potrà fermare al quattrocentesco monastero di Anafonitria, l’idillio in terra. Bellissimo è anche il monastero di Panagia Skopiotissa, sulle alture di Argassi (solo sterrato) che non solo è immerso in un ambiente naturale incredibile ma offre anche panorami pazzeschi.

Musei, atolli privati, fonti termali

In centro, a Zakynthos Town (Zante città) ci sono un paio di musei dove investire pochi spiccioli e dare un boost alla propria cultura. Il migliore è il museo bizantino, bello specialmente per le sue icone, mentre a nord dell’isola c’è la Dionysos Art Gallery, una galleria d’arte privata divertente ed insolita. Raccomandiamo di visitare anche l’Aristeon, un museo ecologico che è anche un frantoio attivo che ci regala dell’olio extravergine buonissimo. Si possono visitare le sue presse, e comprare olio locale seguendo tutte le fasi della produzione di questo prodotto così prezioso. Poco lontano c’è il parco naturale di Askos, dove ci sono molti animali tenuti in libertà, e dove poter tornare bambini, almeno per un pomeriggio.
E poi ci sono le meraviglie naturali: dall’isolotti di Cameo Island, vicino a Laganas, dal suo caratteristico e fotograficissimo ponte tibetano, alle fonti termali di Erodoto, nella zona di Limni Keri.

vita notturna

La vita notturna di Zante è proprio come ne avete sentito parlare: selvaggia! Tanto che circolano in rete siti il cui nome è tutto un programma, pensiamo a NakedZante. Va bene, quelli che esagerano sempre e che ogni anno finiscono all’ospedale sono inglesi, ma anche noi italiani in fatto di bevute sappiamo farci rispettare quindi ragazzi occhio.. Provate a bere con sobrietà ed eleganza. Il centro del mondo della nightlife di Zante è ovviamente Laganas, dove si trova la famigerata Laganas Strip (come a Vegas meglio che a Vegas!) e che in fatto di feste non ha paura di nessuno in Grecia. Notte come giorno, feste in piscina come schiuma party al club, il problema sarà solo quello di trovare qualche minuto per dormire. Per mangiare, c’è qualsiasi cosa si potrebbe desiderare per riprendersi dagli shot della sera prima. Prima della prossima festa in barca, o del prossimo White Party domenicale.

Prezzi sull’isola

Questo è un altro tassello positivo da tenere in mente quando si pensa di pianificare una vacanza a Zante.  Dipende certo dove, dipende da come la si intende, ma Zante è una delle isole più economiche della Grecia. Pensata com’è a misura di ragazzi, ci sono una marea di taverne, alloggi, ed eventi per tutte le tasche. Una cena al ristorante può andare via tranquilla anche con 10-15€ a testa con più portate, e poi uno comunque vorrà approfittare delle mitiche pyta gyros, che di solito costano €2.50 l’una. Insomma giovani, famiglie e coppie, contenti tutti.

Come arrivare a Zante

Basta scegliere come si preferisce farlo, e da dove in Italia si vuole partire. Ci sarò una risposta facile per ognuno. Dal sud, dalla Campania e dalla Puglia, l’opzione di raggiungere Zante in nave è tentatrice e possibile. I traghetti costano poco e si potrà risparmiare sulla macchina noleggio imbarcando la propria. Dal nord non ci sono moltissimi voli diretti,  ma qualcosa si sta smuovendo negli ultimi anni, anche grazie agli sforzi di nuove compagnie lowcost.
Zante è inoltre ben collegata anche in autobus, da Atene. Insomma, per tutti i dettagli vi lasciamo dare un’occhiata alla nostra pagina in cui raccontiamo per filo e per segno come arrivare a Zante.

Speciale Famiglie: Zante con bambini

Un viaggio a Zante è sempre un’ottima idea e si scoprirà presto quanto l’isola sia fantastica per andare in vacanza con i nostri bambini. Intanto perché le famiglie avranno la possibilità di raggiungerla nel modo che preferiscono: in auto se ci sono da portare tanti giocattoli al seguito, in aereo se l’obiettivo è solo quello di mettere addosso il costumino e imparare a nuotare. E  poi c’è appunto la sabbia, spiagge basse e tranquille, riparate dalla corrente, dove divertirsi senza preoccupazioni e fare amicizia con altri bimbi italiani. Nelle sezioni “spiagge” e “dove dormire” nel menu in alto e in fondo a questa pagina potrete studiare quali siano le località di Zante più adatte per soggiornare e fare “campo base” con i nostri cuccioli.

In conclusione, le opinioni di andrea e Katerina

Insomma, Zante è un’isola così complessa, indipendente e entusiasmante che riassumerla in una paginetta internet non è cosa che le rende giustizia. Zante può offrire a chiunque il massimo della Grecia: basta sapersi organizzare e sapere a cosa si va incontro. Ossia ad un’isola dove c’è tanta gente, tanti italiani, un mare spettacolare e possibilità di escursioni sempre diverse. È un’isola che ha contribuito molto alla formazione dell’identità nazionale greca, dove i ragazzi potranno disintegrarsi in una vita notturna da paura ma gli adulti potranno studiare, e conoscere le radici di un popolo perdendosi tra chiostri bizantini e una cittadina bellissima e tranquilla come Zante Città, dove ci trasferiremmo domani mattina. E poi ci sono tutte le reminiscenze poetiche, da Edgar Allan Poe al Foscolo. E quel sapore coloniale veneziano indelebile e dolcissimo.

© Testo Andrea Pelizzatti –  © Foto Katerina Pouliaki

Dove dormire a Zante La nostra scelta di Hotel, Studios, Appartamenti & Case Vacanze