Tanto sole e acque azzurre da sembrare un sogno

Cercate il mare più bello delle isole greche? Impostate il GPS per le Cicladi allora, poi proseguite per Naxos, e poco più in là, appena dietro l’angolo, troverete Koufonissi.  O, se preferite, Koufonisia (in

Fanos
La spiaggia di Fanos

greco il nome corretto è plurale: nisia significa “isole”, quindi letteralmente avremo le isole Koufo).
Per quanto il GPS non abbia cuore, ci si può fidare della sua intelligenza artificiale. Sono infatti davvero poche le isole in Grecia (e nel Mediterraneo intero), che possono competere in bellezza con lei, su tutti i fronti. Koufonissi è bella e pura come l’Egeo. Il suo mare è una presenza costante e azzurra che gioca con maestria e allegria, disegnando morbide spiagge di sabbia finissima, solleticando le bianchissime case del porticciolo, mostrandosi luccicante tra calette blu, lagune che sembrano piscine, grotte di roccia porosa che baciano un’acqua sensuale e trasparente come non mai.

L’isola greca perfetta?

Potrebbe essere davvero Koufonissi. Definire la perfezione in un’isola ha poco senso, così tante le variabili e così soggettivo il tema. Ad alcuni potrebbero piacere isole brulle, ad altri isole verdi e rigogliose, alcuni cercano il casino altri la pace dei sensi.  Però, un pò per gioco e un pò per curiosità, poco tempo fa abbiamo rivolto questa domanda sulla nostra pagina Facebook e il responso del popolo dei social è stato inequivocabile. Numero 1 Milos, numero 2 Koufonissi, praticamente a pari merito.
Chi viaggia ha sempre ragione, perché in una superficie così piccola si concentra così tanta bellezza, essenziale e ruvida, che questa piccola isola sembra sia arrivata integra e intatta ai giorni nostri quasi per caso. Koufonissi è sospesa su un filo invisibile sempre pronto ad essere spezzato, delicata com’è.

In principio furono pastori

Il tutto si amalgama in un ambiente ancora contadino, una campagna vera e generosa, dove la brezza del vento ci fa respirare odori forti come la feta, come la terra.
Provate a organizzare le vacanza a Koufonissi in tardo ottobre o in primavera, magari a fine maggio o giugno, quando le domatia (ossia gli studios su cui la moderna Koufonissi basa la sua economia) sono in letargo, ferme, quasi fossero un mero elemento pittorico per dipingere i contorni del porto. Scoprirete la tenacia dei suoi 300 abitanti, e assaporerete i ritmi che ancora contano, quelli dettati dalla terra, della pesca e di un’economia sorprendentemente autarchica, chiusa nella sua  bolla.

Il famoso mare di Koufonissi

Voglia di crescita

Koufonissi infatti non sa ancora cosa sia la crisi e vive proprio oggi il suo eldorado, il suo boom, il suo attimo di gloria. Noi di Grecia Mia la viviamo a modo nostro almeno due volte l’anno, senza farci mancare le preoccupazioni. Sapranno gli abitanti non costruire troppo? Saprà la terra resistere all’aggressione dell’arido cemento? Saprà la sua antica pace dominare la voglia di soldi, l’avidità del tutto e subito? Si potrà ancora andare solo a piedi come oggi, tranquilli senza l’assillo dei vari “rent a boat, rent a car, rent a motorbike” che inquinano l’armonia zen di così tante altre isole?
Ad Agosto la battaglia contro la formenterizzazione sembra persa: e collegamenti con Atene e Mykonos mai così facili hanno contribuito parecchio a renderla destinazione di massa. Troppa massa. Oltre 65mila presenze nell’estate 2016. E così tanti ripiegano sulle vicine Schinoussa e Donoussa.
Ma c’è un però: anche se non sappiamo ancora dove andrà a finire Koufonissi, sappiamo che alcuni piccoli segreti sono troppo invitanti per resistervi. Quest’isola è uno di questi.

Un pò di consigli per Koufonissi

L’isola è più micro di quello che sembra: due giorni potrebbero bastare. Ma vale la pena rimanere così poco?
E poi, perchè evitare di visitare anche la splendida Kato Koufonissi?
Le nostre offerte per Koufonissi ad Agosto, ma non solo le nostre,  richiedono un pernottamento di almeno 3 notti: arrivare senza prenotare è pura follia.

C’è una seconda Koufonissi

Pochi lo sanno, ma di Koufonissi in Grecia ce n’è un’altra. Si trova all’estremo sud di Creta, e fa riferimento al paese di MakriGialos, nella parte orientale dell’isola. Se lo stile di mare è lo stesso, ossia spiagge incredibili, e mare caraibico, non lo è la sua fruibilità. La seconda Koufonissi è disabitata, e non ci sono navi di linea per raggiungerla: c’è appena un caicco che porta in escursione di giornata, e lo fa solo quando il Dio del mare lo permette. Insomma come entrare nella macchina del tempo e ritornare a 40 anni fa!  Ossia quando visitare la prima Koufonissi, questa nostra Koufonissi delle Piccole Cicladi di cui parliamo in questa pagina, era più un sogno che una facile realtà.

Ci ritroveremo ancora

E quindi ci troveremo ancora a camminare lungo la strada che costeggia il mare e che tocca Finikas, Fanos, Italida. Faremo ancora il bagno a Pori che sembra il Paradiso in Terra. Faremo un salto a Finikas nel parco giochi per i bambini e prenderemo il caicco per cercare le spiagge deserte di Kato Koufonissi. E la sera ci abbracceremo a guardare il tramonto al bar del vecchio mulino a vento.
Dolcissima Koufonissi, aspettaci ancora una volta, torneremo come sempre, lo sai.

Testo © Andrea Pelizzatti  Foto © Katerina Pouliaki