Potenza della natura, senza compromessi

Lefkada, o Leucade come viene spesso italianizzata, quarta per dimensione tra le ioniche, è un’isola sui generis: unita artificialmente alla Grecia Continentale addirittura nel 7mo secolo ac dai Corinzi, è più un’appendice della Grecia Continentale che un isolato lembo di terra in mezzo al mare.
Alle sue spalle un golfo, che crea una dolcissima laguna, incandescente al tramonto di mille colori, che la collega a Preveza, e che si chiude proprio dove comincia l’isola, protetta dalla immancabile fortezza veneziana. Gli ultimi metri si attraversano in macchina su un ponte mobile, che conduce in un luogo verdissimo, con delle spiagge da sogno e pittoreschi villaggi di montagna, dove crescono le migliori lenticchie…

Egremni beach Lefkada
La spiaggia di Egremni

Una mitologica bellezza

Non c’è solo natura, ovviamente: Lefkada occupa un posto speciale nella storia della mitologia greca, e questo la dice lunga sul ruolo rivestito da quest’isola nella costruzione delle radici della nostra identità occidentale. Sembra appurato fosse lei la vera Itaca di Ulisse, e che per lei l’eroe abbia sfidato i mari per rivederla ancora una volta. Per Omero dunque Lefkada meritava di certo un’Odissea! Oggi, si incontrano le tracce di quest’emozione in alcuni scavi nei pressi di Nydri, dove un archeologo tedesco è certo di aver fatto affiorare ancora una volta al mondo i resti del palazzo di Ulisse.

Lefkada e le sue storie sono dolci e amare come il suo miele

Spiagge favolose, di un turchese che fa girare la testa

Le spiagge, le scogliere, la luce di Lefkada hanno altre storie da raccontare. Il paesaggio romantico e drammatico, che sembra essere stato creato apposta per immergersi nella poesia, ha emozionato altri miti.
Saffo ad esempio. Neanche Lefkada ne ha potuto placare la tempesta interiore. Da Lesbos la poetessa proprio qui venne a porre termine ai suoi tormenti interiori, gettandosi nelle acque in quello che oggi è chiamato Salto degli Innamorati. Per viverlo al meglio, fatevi trovare quaggiù al tramonto. È il punto più meridionale dell’isola, Cape Lefkas, e dove un tempo si trovava il tempio di Apollo adesso è stato costruito un faro. Spegnete il motore della macchina e lasciatevi suggestionare, tra vento e silenzio e mare che ruggisce là sotto. Sarà facile farsi portare via dal mito e dalla fantasia.

Un mare di spiagge

Le spiagge di Lefkada sono un grande wow e un grande spettacolo. Grande perchè questa è un’isola dove le dimensioni contano, e colpiscono. Specie se come noi ne arrivi dalla Liguria e sei abituato alle Cicladi, dove è tutto un susseguirsi di “spiaggette, calette, scoglietti”. Qui il metro di giudizio si fa rispetto ad un bagnasciuga di 2km o più. E il bello è che non si tratta di spiaggioni messi li a caso, per fermare la corsa delle onde. No no! Ci sono spiagge che sono opere d’arte. Prendiamo Porto Katsiki. È forse una delle più belle spiagge di tutto il Mediterraneo. Anche Egremni, che solo ora si sta riprendendo dal terremoto del 2015. È diventata ancora più selvaggia, adesso che la si raggiunge solo in barca, imponente e solitaria appena il caicco se ne va per tornare a prenderci qualche ora dopo. I locali poi sono stati bravi a gestirle tutte queste spiagge. Ce ne sono alcune in versione “nature” e altre attrezzate con ombrelloni, piccoli chiringuitos e taverne. Saremo come sempre più dettagliati nella sezione apposita, per ora speriamo di aver creato un pò d’acquolina in bocca.

 Conosciamo la vita notturna di Lefkada

La vita notturna di Lefkada è quantomai interessante e vivace. L’isola offre di tutto per chi vuole socializzare, fare casino casino, ma anche solo fare tardi a raccontarsi sul bagnasciuga quei segreti che a casa non si riesce proprio a confidare. Chi ama la classica passeggiata dopo cena, gelato e negozietti, avrà da sbizzarrirsi nella via pedonale di Lefkada città. Lo stessa passeggiatina per sgranchire le gambe dopo cena si può fare, in scala minore, anche a Vassiliki, Nydri, e Agios Nikitas, tutti paesini con il loro lungomare e i loro negozietti. Parlando invece di serate vere e proprie, a Lefkada non mancano per fortuna i club per i nottambuli più incalliti. Per loro è Nydri il loro punto di riferimento. In ogni caso, volendo, la nightlife comincia presto: anche già all’ora dell’aperitivo. Di beach bar ce ne sono quasi ovunque, stilosissimi, dove vivere la vacanza a qualsiasi ora. Sia mai detto che a Lefkada manchino birrette fresche e un pò di sana house ad accompagnare la bevuta!

 Lefkada ha davvero molte frecce al suo arco

Lefkada è isola dalle mille attività. Si è costruita una solida e meritata reputazione nel mondo del wind e kitesurf: poco meltemi ma tanto vento termico attirano fin qui molti appassionati e principianti; anche i cacciaotiri di piccole isole troveranno a queste latitudini pane per i loro denti. Partendo dalla privata e celeberrima Skorpios, regno degli Onassis, fino alle sonnolente e magiche Kalamos e Kastos, quest’ultima paradiso senza automobili. Sono le gemme nascoste dell’Eptaneso, bellezze per hollywoodiani ma per fortuna un piacere anche per noi mortali.

Lefkada Città Grecia
La via principale Lefkada Città, il regno dello “struscio”

Pure osservandola da un lato più prettamente urbano, Leucade non delude. Lefkada Città, il capoluogo, abitato in pianta stabile da circa 7000 abitanti, è sempre piacevolmente animato, colorato, pieni di occasioni per uno shopping di qualità, le strade non ancora del tutto invase da boutique di anonimi e plastici franchising. E questi abitanti il piglio artigianale lo hanno conservato, pensiamo alla recentemente riscoperta arte della forgia di coltelli, ereditata nel 1600 proprio da noi italiani.
La tranquillità e la dolcezza che pervadono tutta Lefkada chiedono solo una cosa: una volta qui, lascia che l’amore scorra.

Lefkada per bambini

L’isola è una grandissima scelta per essere goduta appieno anche con i bambini piccoli. Sopratutto grazie alle tante spiagge di sabbia, attrezzate, dal fondale basso per giocare in sicurezza e con gli adeguati servizi a supporto, tipo bar e bagnini. La località principe per i bambini è probabilmente Vassiliki, che oltre ad avere una comoda spiaggia tutta per sè, offre anche la possibilità di poter prendere i battelli per le spiagge di Egremni e Porto Katsiki. Volendo, non sarà nemmeno necessario dover prendere la macchina per muoversi! All’estremo opposto dell’isola rispetto a Vassiliki, c’è invece la spiaggia di Agios Ioannis, in prossimità di Lefkada città. Questa scelta andrà anche lei benissimo per fare base con i nostri piccolini.  Infine, molto bene anche il remoto avamposto di Makri Gialos: per le famiglie che vogliono conquistarsi un loro piccolo, esclusivo, angolo di paradiso.

Lefkada per coppie

Lefkada per coppie offre di tutto e di più! L’isola non lesina spazi e angoli romantici sparsi un po’ ovunque, dove passeggiare mano nella mano e scoprirsi felici di ritrovarsi in due. Il top ovviamente saranno i tramonti della costa occidentale, magari su una delle spiagge come Milos o Kathisma, che a quell’ora si saranno già svuotate dei comuni mortali. E poi visto che amore è anche un piatto di buon cibo, che magari costa poco, la scelta è infinita. Le coppie che invece il romanticismo lo lasciano nel cassetto ma amano vivere delle avventure insieme, beh che dire per loro: giri in barca, tuffi nelle cascate come a Nydri, qualsiasi tipo di sport acquatico e non… raccontateci voi nei commenti cosa abbiamo dimenticato di scrivere.

come arrivare a Lefkada?

Non bastasse tanta bellezza, la ciliegina sulla torta è che è pure semplice raggiungerla.
La natura ibrida di Lefkada si paventa sin da subito, guardandola sulla mappa: è un’isola attaccata terraferma. Questo significa che l’auto sin dall’Italia diventa subito una delle alternative più interessanti per arrivare a Lefkada. Si prende il traghetto ad Ancona, Bari o dove vi pare, si scende ad Igoumenitsa la mattina dopo, e poi nemmeno 1 ora e mezzo di macchina. Oppure ci sono molti voli diretti per l’aeroporto di Preveza dai maggiori aeroporti italiani, di cui potrete leggere qui sui suoi voli per Lefkada. Da Atene o Salonicco invece? C’è il volo interno, ma per risparmiare meglio scegliere di viaggiare con il bus di Ktel, il cui link alla pagina è elencato nella nostra sezione su come arrivare a Lefkada.

meteo e temperature

Il clima di Lefkada è come ci si immagina a queste latitudini, mediterraneo. Ossia un clima caratterizzato da inverni temperati e piovosi, ed estati calde e assolate. Che volere di più!
Ad agosto la temperatura media oscilla tra i 21 gradi di minima e 31 di massima, con una notevole media di ben 13 ore di sole al giorno.
Importante sarà per i fanatici del meteo conoscere anche le temperature dell’acqua e del mare di Lefkada, che variano dai 18 gradi di maggio a 26 di agosto per rimanere addirittura di 22 gradi a ottobre. Questo significa che il mare di Lefkada rimane più caldo della media greca, anche perchè non esposto alle correnti dell’Egeo come ad esempio le Cicladi (e questo vale anche per i venti, sempre meno intensi da queste parti che negli altri arcipelaghi).

In conclusione, Le opinioni di Andrea e Katerina

Lefkada è bella e elettrizzante. Insieme a Cefalonia si gioca senza dubbio la carta per la nostra preferita tra le isole ioniche della Grecia. Rispetto a Cefalonia è meno tradizionale e più giovane, più sportiva, più divertente per le attività dal kate al surf, dallo snorkelling al diving sino al parapendio. Non mancano nemmeno villaggi tradizionali ma sopratutto Lefkada Città è proprio carina. Un amore di città, una di quelle dove dici “va bene, qui c’è tutto per venirci a vivere la pensione”. Le case non saranno coibentate al massimo, tutte lamiera, ma le danno un tocco di originalità e colore unici che faranno felice qualsiasi macchina fotografica. Ma sopratutto l’occhio che le scatta, quelle foto.

Testo © Andrea Pelizzatti – Foto © Katerina Pouliaki